giovedì 7 marzo 2013

Alimentazione dei gatti: la ciotola

Torniamo a parlare di mici... Che poi sarebbero i protagonisti di questo sito!
Molti di voi su Facebook ci hanno chiesto consigli sull'alimentazione del gatto.
Bene, iniziamo una serie di post sull'argomento... A partire dalla scelta della ciotola e alcune regole base da tenere in considerazione per nutrire al meglio i vostri mici.


1- Mai e poi mai posizionare la ciotola vicino alla lettiera o alla spazzatura. A voi piacerebbe mangiare vicino al water? Nemmeno al vostro gatto. Una volta avevo lasciato il sacco della spazzatura vicino alla ciotola della mia micia, per sbaglio, e lei non ha toccato cibo finché non l'ho tolto... L'igiene per i gatti è importantissima!
2 - Usate ciotole capienti e non troppo piccole, i gatti amano mangiare comodi senza piegare le vibrisse! 
3 - Ora vi starete chiedendo che tipo di ciotola prendere... C'è chi la consiglia in metallo; io ho sempre usato quella in plastica; l'importante è pulirla bene. Non usate detersivi o saponi per lavarla, perché il gatto ha un olfatto finissimo e potrebbe essere infastidito da odori chimici. La cosa migliore è lavare bene la ciotola sotto l'acqua corrente in modo da eliminare ogni residuo dei pasti precedenti.

Questi sono i consigli base per la ciotola che il vostro gatto usa tutti i giorni. Se però dovete allontanarvi da casa e lasciare il vostro micio da solo per un po', vi consiglio di sostituire la solita ciotola con un distributore di cibo come questo, che potete riempire con crocchette o con acqua per essere sicuri che il vostro gatto abbia una scorta di cibo a disposizione per ogni evenienza. In commercio esistono anche erogatori automatici dotati di timer, ma li consiglio solo per periodi di assenza di diversi giorni.

5 commenti:

Rosa ha detto...

Ciao Blogatta, grazie per questi consigli, se posso vorrei chiederti una cosa, la mia gatta magia preribilmente le bustine, gliene do 2 al giorno un po' per volta, e' sempre affamata mi sveglia anche di notte, pur avendo a disposizione i croccantini, ha tre anni, pesa 6 kg e si muove poco, sbaglio qualcosa? ciao grazie a presto rosa, buona giornata:))

Blogatta ha detto...

ciao cara Rosa! presto scriveremo un articolo anche sul cibo... per quanto riguarda la tua gatta, la cosa che mi viene in mente è che forse è un po' viziatella (come la mia!!) ti spiego, la mia veterinaria mi ha consigliato di darle da mangiare solo cibo secco e poco umido, altrimenti si sarebbe abituata alle bustine e non avrebbe più voluto le crocchette...mi viene da pensare che forse è quello che è successo alla tua! ti consiglio di provare a diminuire gradualmente le dosi di bustine in modo che non se ne accorga... non so, magari all'inizio gliene dai tre quarti aumentando un po'la dose di crocchette...
se ti sveglia la notte fai finta di niente!! lo faceva anche la mia e all'inizio mi faceva pena e le davo da mangiare ma così poi non mi faceva più dormire... allora ho smesso e adesso ha capito che deve aspettare la sveglia! :)
fammi sapere come procede!!
un abbraccio

Rosa ha detto...

ciao grazie provero', deve aver fatto l'accademia di arte drammatica suppongo la mia gatta, difficile resistere al suo sguardo implorante, ma resistero', perche' lo facciamo per il loro bene,) ciao baci rosa a presto buon week end

Tomaso ha detto...

Cara Blogatta, che bella foto la tua gattina, la vedo che aspetta con pazienza che arrivi il mangiare:)
Ciao e buona giornata.
Tomaso

Fioredicollina ha detto...

ciao miao...il mio gattone è noiosissimo col cibo, i crocc li mangia e li ha sempre a libera disposizione, ma con l umido è noiosissimo. è vero il gatto è pulito e ama il suo angolino pulito e in ordine :-)