martedì 12 marzo 2013

Il clochard che rischiò la vita per il suo coniglio

L'amicizia che lega uomini e animali, a volte, non conosce limiti.
Oggi vogliamo raccontarvi una storia strappalacrime... quella di John Byrne e del suo coniglietto Barney. John Byrn è  un senzatetto di Dublino, per anni ha chiesto la carità nei pressi del ponte O'Connell insieme al suo coniglio, quando un passante gli ha portato via l'animaletto e lo ha scagliato nel fiume. Il povero Barney ha iniziato a dimenarsi nell'acqua gelida, spaventato, cercando l'amico umano. Il senzatetto si è buttato nell'acqua gelida, incurante della propria vita ed ha raggiunto il coniglietto. L'animale era ormai in fin di vita e stava smettendo di respirare. John ha cercato di fargli una respirazione artificiale e il coniglio ha ripreso conoscenza. In questi giorni è stata emanata la sentenza per il delinquente che ha messo a repentaglio la vita del coniglio: sarà condannato a quattro mesi di detenzione.  Nel frattempo John ha ricevuto il premio di cittadino onorario.

4 commenti:

Tomaso ha detto...

Una storia veramente commovente, cara Blogatta. Gli animali non sanno parlare, ma danno di più degli umani.
Tomaso

daniela ha detto...

Bellissima storia... peccato che invece che la cittadinanza onoraria, avrei offerto una casa al senzatetto....

Blogatta ha detto...

Daniela hai ragione, speriamo che questo episodio serva a sensibilizzare gli irlandesi sulla situazione di john (e di tanti altri)

crimson74 ha detto...

Meno male che è finita bene... con tanto di punizione per lo str***o di turno...