domenica 26 maggio 2013

Bojana, la gattina salvata dalla Bosnia

Una storia a lieto fine arriva dalla Bosnia, un paese dove i diritti degli animali sono ancora calpestati da leggi barbariche.  E' la storia di Bojana, una gattina con un nome bulgaro che vuol dire guerra, ma anche forza, nobiltà. Bojana è una micina di due anni sopravvissuta al rischio di uno sterminio in Bosnia e ora ospite di Mondo Gatto a Milano. 
E' stata trovata gravida e denutrita in una strada di Prijedor, la cittadina tristemente famosa per essere stata teatro di uno dei più efferati genocidi della guerra bosniaca nel 1992. Prijedor è ancora una città dove cani e gatti randagi come Bojana vengono rinchiusi in un canile lager e condannati alla soppressione dopo un breve periodo. 
A trovarla è stata Aleksandra, una volontaria che nelle strade di Prijedor cerca di salvare tutti i giorni gli animali da un triste destino. Non appena ha incontrato Bojana, Aleksandra l'ha portata in un miniappartamento dove ha allestita una cat room. La gatta ha partorito quattro cuccioli, ma per gli sforzi del parto s'ammala d'incontinenza urinaria e fecale. A quel punto Aleksandra si è messa in contatto con Valentina, una volontaria di Mondo gatto, e si è attivata per mandarla in Italia con una serie di staffette. Le staffette sono persone di buon cuore che fanno viaggi per lavoro o altri motivi, accettando di tenere un gatto con quattro cuccioli in macchina. Grazie a loro la micia raggiunge l'Italia, dopo un'intera giornata di spostamenti. 
Dopo una una terapia antibiotica,  Bojana ha recuperato la salute e la certezza d'avere la vita. Ora a Bojana e i suoi cuccioli non resta che trovare una famiglia in grado di darle l'affetto di cui hanno bisogno.

2 commenti:

sognatriceabordo ha detto...

Poveri micetti! Speriamo trovino una casa...

crimson74 ha detto...

Lieto fine, per il momento. Speriamo bene...